Colori della Repubblica Italiana
   
Teatro La Scala
Benvenuti sul sito web del Consolato generale d'Italia a Caracas
Quinta El Ancla
Avenida Mohedano, n. 64 entre 1era. y 2da. Transversal
La Castellana - CARACAS

Orario:
Da Lunedì a Venerdì dalle 8:00 a.m. alle 12:00 a.m.
Mercoledì giorno di chiusura al pubblico
Telefoni: Master: +58 212 2121148
Fax Segreteria: +58 212 2676027 Passaporti: +58 212 2621420
Telefono per emergenze (fuori dell'orario di ufficio, solo in casi gravi come sequestro, furto o perdita passaporto, arresto) : +58 412 2200222    

Il Consolato Generale d'Italia invita tutti i connazionali a seguirci attraverso la pagina Facebook " Consolato Generale d'Italia a Caracas" e l'account Twitter @conscaracas.
Mantenetevi in contatto per aggiornamenti e notizie sulla nostra attività e per inviarci suggerimenti e consigli. 
Vi aspettiamo!



SERVIZI CONSOLARI
Passaporti
Cittadinanza per sangue
Cittadinanza per matrimonio
Riacquisto della cittadinanza italiana (per italiani naturalizzati stranieri prima del 16.08.1992)
Anagrafe – Iscrizione, variazione domicilio e cancellazione
Altri servizi


FUNZIONARIO ITINERANTE PER IL RINNOVO DEL PASSAPORTO. VIAGGI FUORI CARACAS – SECONDO SEMESTRE 2014.
Il Consolato Generale d’Italia in Caracas comunica che nel secondo semestre 2014, come da calendario in calce, si svolgeranno i viaggi per la raccolta delle domande  e delle impronte digitali per il rinnovo del passaporto.
Gli interessati sono pregati di prendere contatto con l’Ufficio Consolare Onorario di riferimento per poter partecipare all’iniziativa. 
I connazionali che vivono fuori Caracas possono comunque, per necessità più urgenti di rinnovo del documento di viaggio, recarsi di persona presso gli uffici di questo Consolato Generale, dal lunedì al venerdì, tranne il mercoledi, dalle 8 alle 12.

5 SETTEMBRE CIUDAD BOLIVAR
26 SETTEMBRE PUERTO LA CRUZ
8 OTTOBRE BARQUISIMETO
9 OTTOBRE BARINAS
17 OTTOBRE PORLAMAR
22 OTTOBRE VALENCIA
24 OTTOBRE PUERTO ORDAZ
29 OTTOBRE MARACAY
5 NOVEMBRE PUERTO CABELLO
7 NOVEMBRE MATURIN
12 NOVEMBRE ACARIGUA
28 NOVEMBRE SAN JUAN DE LOS MORROS



LEGGE N. 89 DEL 23 GIUGNO 2014: ABOLIZIONE TASSA RILASCIO E TASSA ANNUALE DI PASSAPORTI. INTRODUZIONE DI UN CONTRIBUTO AMMINISTRATIVO PER IL RILASCIO DEL PASSAPORTO ORDINARIO E DI UN DIRITTO PER LA TRATTAZIONE DELLE PRATICHE DI RICONOSCIMENTO DELLA CITTADINANZA ITALIANA. 
Si informa che con l'articolo 5-bis del decreto-legge 24 aprile 2014, n. 66, convertito dalla legge 23 giugno 2014, n. 89, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 143 del 23.06.2014, sono state introdotte le seguenti novitá: 
- DOMANDE DI CITTADINANZA DA PARTE DI PERSONE MAGGIORENNI: è stato introdotto il pagamento di un diritto (tassa) da riscuotere per il trattamento della domanda di riconoscimento della cittadinanza italiana di persona maggiorenne pari a Euro 300,00 (BsF 2.564,00).
- RILASCIO PASSAPORTI: è stato introdotto un contributo amministrativo di euro 73,50 per il rilascio del passaporto ordinario, incluso il rilascio a favore di minori, oltre al costo del libretto (pari a euro 42,50). Il costo totale del passaporto sará pertanto di euro 116,00 pari a Bsf 992,00. 
E’ stata invece abolita la tassa di rilascio per tutti i passaporti e quella annuale del passaporto ordinario.

Tali modifiche hanno effetto dal quindicesimo giorno successivo alla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, cioe' dal 08.07.2014
Per quanto attiene ai PASSAPORTI, la modifica normativa si traduce in una semplificazione burocratica della tassa in vigore, a vantaggio sia dei cittadini che degli uffici consolari. Attualmente il passaporto è soggetto, al momento dell'emissione, al pagamento del costo del libretto (42,50 euro) e di una tassa annuale (40,29 euro). In analogia a quanto fanno i maggiori partner internazionali, la modifica normativa riforma la tassazione del passaporto unificando tutti i tributi attualmente previsti in un'unica tassa da pagare al momento dell'emissione, pari ad euro 73,50 euro, che andra' ad aggiungersi al costo del libretto, lasciato invariato a 42,50 euro. Il cittadino, pertanto, anziche' effettuare un pagamento all'atto dell'emissione seguito da ulteriori tasse annuali, sara' tenuto a corrispondere, unicamente al momento del rilascio e per l'intera durata di validita' del passaporto, il pagamento del nuovo contributo amministrativo. L'importo di tale contributo e' stato calcolato in modo da compensare il minore introito derivante dalle tasse annuali che non saranno piu' dovute. La novita' normativa dunque e' neutra per le casse dello Stato, non comportando ne' aumento ne' riduzione di entrate, mentre invece appare vantaggiosa per i cittadini.

Per quanto riguarda il diritto da riscuotere per il trattamento della domanda di riconoscimento della CITTADINANZA italiana da parte di persona maggiorenne, esso dovra' essere obbligatoriamente percepito al momento della presentazione della domanda. Trattandosi di contributo dovuto per la trattazione della pratica, esso e' svincolato dall'esito dell'accertamento.
Sono tenuti al pagamento della percezione tutti i soggetti maggiori di anni 18 che chiedano per se' il riconoscimento della cittadinanza italiana a qualsiasi titolo: in primo luogo iure sanguinis (ossia per discendenza), ma anche iure matrimonii in caso di straniera coniugata con un cittadino italiano prima del 27.04.1983.

Ove, invece, le istanze o dichiarazioni siano finalizzate a:
- elezione di cittadinanza (caso del figlio riconosciuto nella maggiore di etá dal padre italiano e che deve eleggere la cittadinanza italiana entro 1 anno dal riconoscimento);
- acquisto di cittadinanza (figlio dell’ex italiano che deve fissare la sua residenza in Italia per 3 anni per poter ottenere la cittadinanza);
- riacquisto della cittadinanza (ex italiano che deve fissare la sua residenza in Italia per poter riacquistare la cittadinanza);
- concessione della cittadinanza per matrimonio celebrato dopo il 27.04.1983;

queste sono soggette al pagamento del contributo direttamente al Ministero dell’Interno di 200 euro previsto dall'art. 9 bis della L. 91/1992. 

Restano esenti da contributi e diritti, invece, tutte le richieste di riconoscimento di cittadinanza - a qualsiasi titolo e comunque conseguita - presentate a nome di minorenni.



VIAGGI ALL’ESTERO DA PARTE DI MINORI DI ETÀ INFERIORE AI 14 ANNI NON ACCOMPAGNATI DA NESSUNO DEI DUE GENITORI O TUTORI. RICHIESTA AUTORIZZAZIONE DI VIAGGIO (art. 14 Legge 21 novembre 1967, n. 1185).
Il Ministero dell’Interno e il Ministero della Giustizia italiani hanno informato che a partire dal 4 giugno 2014, nel caso di viaggi all’estero da parte di minori di età inferiore agli anni quattordici (14) che usino il passaporto italiano, non accompagnati da nessuno dei due genitori o tutori, è necessaria una menzione sul passaporto italiano o una dichiarazione di accompagnamento, dove sia riportato il nome della persona o dell'ente (es. compagnia aerea) cui il minore è affidato, sottoscritta dai genitori o tutori e vistata da questo Consolato Generale. 

Procedura:
- nel caso in cui il minore italiano viaggi con uno solo dei due genitori NON deve essere richiesta l’attestazione;
- la dichiarazione è circoscritta ad un viaggio (andata e ritorno) e ha un termine di 6 mesi;
- la menzione sul passaporto o la dichiarazione di accompagnamento vanno richiesti sempre, a prescindere dal Paese di residenza o dal Paese di destinazione del viaggio del minore (sempre che il minore viaggi con passaporto italiano);
- la richiesta di menzione o dichiarazione va effettuata, almeno 30 giorni prima del previsto viaggio del minore, usando l’allegata dichiarazione (Autorizzazione passaporto per minori), che va firmata da entrambi i genitori o tutori. Deve essere indicato il nome di almeno un accompagnatore;
- in generale, la dichiarazione deve essere sottoscritta davanti al funzionario dell’Ufficio consolare onorario o di questo Consolato Generale. Se il genitore che la presenta è italiano, la dichiarazione può essere anche presentata già sottoscritta, congiuntamente alla fotocopia della cedula venezuelana e del passaporto italiano del medesimo genitore. Deve essere invece sempre autenticata la firma del genitore o tutore cittadino di un Paese non aderente all’Unione Europea e non regolarmente residente in Italia; 
- il genitore o tutore deve indicare sempre la scelta tra la menzione sul passaporto o il rilascio dell’attestazione (sia la menzione che l’attestazione possono essere rilasciati solo da questo Consolato Generale); 
- nel caso in cui i genitori non condividano lo stesso luogo di residenza, l’altro genitore dovrà recarsi presso l’ufficio consolare italiano del Paese di residenza, al pari di quanto avviene tuttora per il rilascio del passaporto.

Mancanza di assenso da parte dell'altro genitore:
Nel caso in cui uno dei due genitori non voglia dare l’assenso, l’attestazione non potrà essere rilasciata. In questo caso il genitore che voglia affidare comunque il figlio ad un terzo soggetto dovrà fare richiesta d’intervento del Console Generale in qualità di Giudice Tutelare compilando la l’allegata dichiarazione (Richiesta autorizzazione passsaporto minori). In questo caso specifico, oltre alla documentazione di rito, dovrà essere consegnata anche l’autorizzazione rilasciata dalle Autorità locali per viaggiare fuori dal Venezuela (LOPPNA).  



PENSIONATI INPS. VERIFICA ESISTENZE IN VITA 2014.
Si rammenta che, come avvenuto negli anni passati, lo scorso 3 giugno e' terminata la fase del procedimento di verifica dell'esistenza in vita basata esclusivamente sull'invio a CITIBANK della documentazione cartacea. Per i pagamenti delle rate di luglio ed agosto delle pensioni i cui titolari non hanno ancora fornito la prescritta attestazione di esistenza in vita sara' disposta la localizzazione degli stessi presso gli sportelli di Western Union.
La riscossione personale da parte del pensionato costituira' prova dell'esistenza in vita e per le successive rate saranno ripristinate le modalita' di pagamento ordinarie.
Occorre tener presente al riguardo che Citibank provvede a predisporre i pagamenti del mese successivo a partire dal giorno 20 del mese precedente. Per determinare il ripristino delle ordinarie modalita' di pagamento a partire dalla rata di agosto, la riscossione della rata di Luglio dovra' avvenire entro il giorno 19 di tale mese. Il pensionato avra' comunque la possibilita' di riscuotere la rata successivamente, in quanto il mandato ha validita' tre mesi. Ove tuttavia la riscossione di tale rata avvenisse dopo il giorno 19 luglio, il ripristino delle modalita' ordinarie di riscossione della pensione avverra' a partire dalla prima rata utile successiva. Analoghe considerazioni possono essere fatte per la rata di Agosto.
Nel caso di mancata riscossione di entrambe tali rate entro il 19 Agosto, i pagamenti successivi saranno sospesi dalla Banca e potranno essere ripristinati solo a seguito della produzione di adeguata prova dell'esistenza in vita da parte dei soggetti interessati.
Va chiarito che anche in questa fase saranno comunque prese in considerazione da Citibank eventuali valide attestazioni di esistenza in vita prodotte dai pensionati interessati.




RILASCIO DEL PASSAPORTO – FASCICOLO PERSONALE AGGIORNATO
Si ricorda che il passaporto può essere rilasciato solo ai connazionali con residenza e regolare iscrizione presso il Consolato Generale di Caracas e con fascicolo personale aggiornato (ovvero, l’atto di nascita del richiedente ed eventuali atti di matrimonio, divorzio e atti di nascita di figli minori devono risultare già trascritti in Italia o almeno presentati e lavorati dall'Ufficio Consolare).
Qualora il connazionale richieda, per comprovata urgenza, il rilascio del passaporto prima che il proprio atto di nascita sia stato trascritto dal Comune, in presenza di eventuali discordanze tra i dati contenuti nel passaporto emesso e i dati risultanti dall’avvenuta trascrizione, sarà necessario procedere all’annullamento del passaporto e all’emissione di un nuovo libretto, con spese a carico dell’interessato.

Per le modalità di presentazione degli atti di stato civile, consultare la pagina 

Come consegnare i documenti di cittadinanza e stato civile (nascita, matrimonio, divorzio, morte)

Per richiedere il passaporto, é necessario presentare:
- 2 foto fondo bianco (3.5x4);
- pagamento in contanti del passaporto, direttamente in Consolato (attualmente, 992,00 Bsf);
- copia della cedula venezuelana del richiedente;
- passaporto scaduto o in scadenza in originale + fotocopia delle prime 3 pagine;
- se mai consegnato, copia di una ricevuta luce/CANTV o copia del RIF o carta di residenza emessa dall’Alcaldia relativa a tutto il nucleo familiare. 

Per il rilascio di passaporto a favore di minori é necessaria la presenza di entrambi i genitori; per il rilascio di passaporto a favore di un richiedente che abbia figli minori, é necessario l’assenso dell’altro genitore.



Siamo lieti di informare che l’agenzia di viaggi M&M Tours Services C.A. collabora con il Consolato Generale d’Italia nell’assistenza ai connazionali bisognosi.
Si riportano di seguito i contatti dell'agenzia per informazioni turistiche:
M&M Tours Services C.A.
Av.
Santiago Mariño, edf. Blue Sky, Piso 1, Oficina 1-2
Porlamar, Nueva Esparta, Venezuela
Tel. / Fax: +58 295 2646429
www.mmtours.com.ve
www.portalesturisticos.com
www.posadavapensiero.com
www.vacanzeinvenezuela.it
www.septimoparalelo.com
www.emotions.travel


Chiusura Ufficio Passaporto 2014 (chiusura trimestrale):
28 e 31 di Marzo
27 e 30 di Giugno
29 e 30 di Settembre
29 e 30 di Dicembre


Chiusura ufficio visti: tutti i lunedi e mercoledi

                                     

                                                                                                                                       Operazione Trasparenza                                                                          
Mappa |  Note Legali |  Credits |  F.A.Q.